Oggigiorno ci ritroviamo a far parte di una fitta rete di comunicazione caratterizzata dalle famose app che scarichiamo sui nostri smartphone e che ci permettono di comunicare in tempo reale con tutti.

Attraverso i social abbiamo modo di condividere con gli altri le nostre attività quotidiane, i nostri pensieri e le nostre critiche, così da mettere quasi del tutto a nudo ciò che siamo e ciò che stiamo realizzando giornalmente nella nostra vita.

Tuttavia, i social sono anche fonti di azioni pericolose e poco consone in termini di rispetto per il prossimo; basti pensare ai fenomeni di cyberbullismo, in accrescimento giorno dopo giorno diventando per la vittima un vero e non indifferente problema a livello psicologico e sociale.

La nostra libera attività di condivisione nel web deve, perciò, essere utilizzata in maniera civile, cercando di pensare bene a cosa scrivere nell’intento di non intaccare la sfera personale e intima della persona con la quale ci confrontiamo, misurando le frasi e le parole, utilizzando vocaboli e terminologie adatte e cercando, anche per noi stessi, di non dare troppo spazio ai social nella nostra vita privata; così come il caso degli iperconnessi, che ritroviamo continuamente online e che danno libero sfogo alle proprie idee commentando e scrivendo continuamente riguardo ciò che succede nella loro vita e che spesso questa loro attività morbosa viene realizzata senza filtri nè rispetto per la propria privacy. Sono proprio questi “fan” accaniti del web che creano situazioni ostili e di conflittualità che sarebbe opportuno risolvere in termini di rispetto e di tutela per tutti.

I consigli più utili per navigare sul web in maniera civile sono svariati, partendo dal primo punto che riguarda la forma di ciò che scriviamo; non si tratta soltanto di fare  un uso corretto della grammatica, ma anche di essere pertinenti con ciò che si sta scrivendo per evitare infelici equivoci e fraintendimenti.

Al secondo punto troviamo l’importanza della privacy : evitare di mettere in evidenza ulteriori dati personali o foto che potrebbero essere utilizzati per scopi poco sicuri da chi, purtroppo, continua ad utilizzare questi strumenti di connessione per danneggiare gli altri.

Infine, gli sbagli in rete sono comuni comunque a tutti, d’altro canto, sbagliare è comunque umano, ma l’importante è prendere coscienza dei propri errori e cancellare ,se possibile, ciò che abbiamo condiviso online e, qualora qualcuno avesse già fatto degli screenshot, avere il buonsenso di chiedere scusa o prendere ulteriori provvedimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here